Skip to main content

Alcol: Fattori che influenzano l’intossicazione alcolica

L’intossicazione alcolica è una condizione di emergenza sanitaria che si presenta quando si introducono quantità eccessive di alcol etilico e può avere delle conseguenze gravi, anche fatali.

intossicazione_alcol_sintomi

Principali sintomi fisici dell’intossicazione alcolica:

  • Vomito;
  • Convulsioni;
  • Respirazione lenta (meno di 8 respiri al minuto) o irregolare (assenza di respiri per più di 10 secondi);
  • Pelle pallida o bluastra;
  • Ipotermia
  • Perdita di coscienza.

Principali sintomi cognitivi dell’intossicazione alcolica:

  • Confusione mentale;
  • Mancata reazione agli stimoli;
  • Coma;
  • Incapacità di svegliarsi;
  • Perdita dell’orientamento o dell’equilibrio.

Principali fattori che influenzano l’intossicazione alcolica

Quantità di alcol e velocità di ingestione

Maggiore è la quantità di alcol e / o minore è il periodo di tempo, maggiore è il contenuto di alcol nel sangue (BAC ovvero Blood Alcohol Content).

Genetica

I figli di genitori con una storia di alcolismo corrono un rischio quattro volte maggiore di sviluppare alcolismo. Siamo tutti nati con un certo livello biologico di rischio e per alcuni di noi il rischio aumenta.

Etnia

Sono state identificate differenze etniche nella produzione dell’enzima alcol deidrogenasi, responsabile del metabolismo dell’alcol. In genere, gli individui di discendenza asiatica o nativa americana mostrano livelli ridotti di alcol deidrogenasi nel fegato e nello stomaco, il che significa che l’alcol rimarrà nel sangue più a lungo e concentrazioni elevate possono accumularsi più rapidamente.

Genere

I maschi e le femmine reagiscono all’alcol in modo diverso. Le donne, mediamente più piccole degli uomini, tendono ad intossicarsi più velocemente, hanno circa il 40% in meno di alcol deidrogenasi rispetto agli uomini e tendono ad avere una percentuale minore di massa corporea magra su cui distribuire la concentrazione di alcol.

Dimensioni e composizione del corpo

L’alcol si distribuisce su tutto il corpo attraverso il sistema circolatorio e penetra nella maggior parte dei tessuti ad eccezione delle ossa e del tessuto adiposo. Gli individui di bassa statura e con una percentuale di grasso corporeo più alta tenderanno quindi a raggiungere più rapidamente di altri elevate concentrazioni di alcol nei tessuti.

Contenuto dello stomaco

Il cibo nello stomaco rallenta l’assorbimento dell’alcol nel flusso sanguigno. Non esistono evidenze su questo effetto in funzione delle diverse categorie di alimenti (carboidrati, grassi, proteine) ma è certo che pasti più abbondanti ed una maggiore vicinanza al momento del consumo alcolico influiscono sulla concentrazione di alcol nel sangue.

Disidratazione

L’alcol nel sangue stimola i reni a convogliare l’acqua del corpo direttamente alla vescica anziché riassorbirla nel flusso sanguigno. Questo effetto diuretico aumenta con l’aumentare del tasso alcolico nel sangue e può portare alla disidratazione. Ad esempio, bere 250 ml di bevanda alcolica induce il corpo a espellere fino ad 1 litro di liquidi.

Bevande gassate

L’aggiunta di anidride carbonica nella preparazione di bibite gassate (carbonatazione) accelera l’assorbimento dell’alcol. L’alcol mescolato con bevande gassate come Coca-Cola o acqua tonica verrà assorbito più rapidamente nel flusso sanguigno.

Energy drinks

Le bevande energetiche sono stimolanti mentre l’alcol è un depressivo del sistema nervoso. Il consumo di energy drinks può quindi mascherare gli effetti dell’alcol dando una falsa sensazione di energia e sobrietà con conseguente stress sui sistemi fisiologici di auto-regolamentazione del corpo.

Ormoni

Le donne che stanno assumendo alcune pillole anticoncezionali e / o sono nel periodo premestruale possono avere un tasso alcolemico più elevato a parità di unità alcoliche consumate.

Sonno

La mancanza di sonno riduce la tolleranza al glucosio, la funzione tiroidea mentre aumenta la concentrazione di cortisolo (ormone legato allo stress) ed altera il sistema nervoso simpatico. L’intossicazione alcolica sarà quindi sperimentata a livelli di contenuto alcolico nel sangue inferiori alla norma.

Uso di Marijuana

La marijuana riduce la nausea e può inibire la capacità del corpo di rimuovere le tossine dannose tramite il vomito. La marijuana può quindi aumentare pericolosamente la soglia di consumo di alcol necessaria per attivare la risposta del vomito all’intossicazione.

Uso di Cocaina

La cocaina è un forte stimolante capace di mascherare temporaneamente alcuni degli effetti negativi dell’intossicazione alcolica con gravi pericoli per la salute. L’associazione di alcol e cocaina produce un composto chimico (il cocaetilene) particolarmente tossico per il sistema cardiovascolare e il fegato che aumenta la pressione sanguigna, l’aggressività, i pensieri violenti e la scarsa capacità di giudizio.

Uso di farmaci

E’ buona norma non mescolare mai l’alcol con alcun farmaco, inclusi farmaci da banco come aspirina, ibuprofene o paracetamolo.

 

Fonte: Bowling Green State University